1998 – Chiusi della Verna

0
60

Perché fare filosofia?

Relatori Augusto Cavadi, Elio Rindone
Interlocutori invitati Orlando Franceschelli
Sintesi degli interventi(a cura di Elio Rindone) La filosofia non è oggi di moda. Un seminario di filosofia è certamente un’iniziativa controcorrente. Ci si propone di spezzare una lancia a favore della riflessione filosofica e di mostrare quale possa essere la sua rilevanza per una vita umana vissuta consapevolmente.

a) Importanza della riflessione per orientarsi nella complessità della vita. L’indagine sulle questioni ultime, condotta da una ragione che procede con metodo rigoroso, ha nella tradizione filosofica un nome preciso: metafisica. Per il pensiero classico l’uomo può capire il significato della realtà perché essa è intrinsecamente intelligibile. (Elio Rindone).

b) Gran parte della tradizione occidentale ha identificato nell’intelligenza divina il fondamento dell’intelligibilità del reale. Questa soluzione è stata radicalmente contestata dal nichilismo contemporaneo. Negato il fondamento metafisico, va rimessa in discussione tutta la visione ‘moderna’ dell’uomo e del mondo e riscoprire la saggezza dei Greci (Orlando Franceschelli).

c) Ci si deve chiedere, in particolare, se è possibile ancora, e con quali motivazioni, impegnarsi in campo politico per la creazione di un mondo più giusto, o almeno di un mondo in cui possa diminuire il tasso di violenza, sfruttamento e disumanità. (Augusto Cavadi).

Luogo Chiusi della Verna, in provincia di Arezzo, Toscana
Periodo 21 – 27 Agosto 1998

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui